fbpx

Tennis

Il Tennis è uno sport piuttosto impegnativo e quindi non esente da infortuni, un fattore che li può favorire è il campo di gioco e nello specifico le diverse tipologie: terra rossa, cemento e erba sintetica. A differenza ad esempio del calcio gli infortuni seppur a carico degli arti inferiori sono causate non da contatto fisico diretto con altri giocatori.

I disturbi più frequenti sono:

DOLORE AL GOMITO

Può essere causato da quello che in ambito medico è conosciuto con il nome di Epicondilite (detto anche Gomito del Tennista) ed è uno dei disturbi più noti. Il Dolore al Gomito è normalmente causato dall’azione del tennista di colpire la palla con la racchetta. Gli elementi che influiscono sul verificarsi di questo disturbo sono il braccio, la tecnica e il tipo di racchetta. Per questo disturbo si possono ottenere benefici attraverso il Massaggio Connettivale coadiuvato a Stretching. Prima di ritornare all’attività agonistica sarebbe opportuno l’Applicazione di Taping Elastico di diverse tipologie come quella Stabilizzante o quella per il Dritto al fine di migliorare la contrazione della muscolatura adibita a tale gesto tecnico e per il Rovescio da eseguire sull’arto dominante.

DOLORE ALLA SPALLA

Conosciuto in ambito medico anche come Spalla del Tennista.
Anche il Dolore alla Spalla è comune quindi tra i tennisti, soprattutto a causa dell’azione della rotazione delle braccia al di sopra della testa eseguito ripetutamente (in particolar modo interessata è la Cuffia dei Rotatori). Benefici significativi apporta il Massaggio Connettivale e l’Applicazione di Taping Elastico Stabilizzante articolare alla spalla per una ripresa dell’attività in modo da dare una sensazione di sicurezza nei movimenti della spalla, diminuire la sensazione di dolore post trauma e facilitare l’esecuzione degli esercizi di potenziamento durante la ripresa.

DOLORE ALLA CAVIGLIA

Può essere causato da quello che in ambito medico è conosciuto anche come Sovraccarico o Distorsione alla Caviglia e i fattori scatenanti possono essere cadute o cattivi movimenti e porta un fastidioso Dolore alla Caviglia, Gonfiore, Ematoma e Difficoltà di Movimento. Quando siamo in presenza di casi lievi che non necessitano di particolare attenzione medica, tra i Rimedi Naturali e Preventivi si può comunque ricorrere all’utilizzo del ghiaccio ogni 2 ore per 15 minuti circa al fine di ridurre infiammazioni e dolori, e il beneficiare del Massaggio Linfodrenante contro il gonfiore e del massaggio Connettivale per distendere le fasce muscolari. Prima di ritornare all’attività sarebbe opportuno optare anche per l’Applicazione di Taping Elastico Drenante (per il gonfiore e l’autoguarigione) e Stabilizzante (specifica per i cambi di direzione) che dia stabilità alla caviglia.

MAL DI SCHIENA

In ambito medico chiamata Lombalgia Cronica da Tennis.
Questo disturbo per chi pratica tennis è una consuetudine, nello specifico si presenta perché l’attività richiede uno sforzo maggiore su di una parte del corpo rispetto all’altro, soprattutto nel lato che corrisponde alla mano che impugna la racchetta. Al fine di alleviare e prevenire questo disturbo può essere auspicabile avvalersi di Tecniche Manuali Complementari Posturali come il Massaggio Decontratturante e la Tecnica Vertebrale. Al Fine di riprendere l’attività agonistica può essere utile anche un’Applicazione di Taping Elastico Decompressivo sulla zona Lombare.

CONTRATTURA

Le contratture muscolari si manifestano in caso di sforzi eccessivi a carico dei muscoli scheletrici, gli effetti percepibili consistono in una ridotta capacità di movimento e gonfiore al tatto e le zone frequentemente colpite nel Tennis sono il polpaccio e la coscia ma anche i muscoli di spalle e arti superiori. Tra i Rimedi Naturali e Preventivi ci sono il Massaggio Decontratturante. Nello specifico si può beneficiare dell’Hot Stone Massage (ossia l’applicazione di pietre laviche riscaldate), poiché studi scientifici dimostrano che il Calore sopra i 40 gradi ha un effetto antidolorifico e inducendo vasodilatazione favorisce l’afflusso di sangue e quindi il rilassamento muscolare, avendo come effetto non di poco conto la riduzione di tono delle contratture. N.B: l’utilizzo del calore è consigliabile dopo le 24 ore, previa esclusione da parte del medico di eventuali Lesioni, poiché in quel caso l’afflusso di sangue potrebbe aumentare l’ematoma. Infatti in presenza di lesioni è consigliabile invece l’Applicazione del Cold Massage e quindi del Freddo (ossia Pietre Marmoree Raffreddate) che inducendo alla vasocostrizione evita o limita al minimo ematomi ed è quindi più funzionale soprattutto durante le prime 24 ore (o fase acuta) o anche in presenza di lesioni al fine di ridurne il dolore e il gonfiore. Prima di riprendere l’attività sarebbe poi opportuno optare anche per l’Applicazione del Taping Elastico sia Drenante sia per Stabilizzante, al fine di prevenire anche altre contratture.

Fissa un appuntamento

Ricevo su Appuntamento da Lunedì a Venerdì dalle ore 14.30 alle ore 21.30. Sabato dalle ore 9.30 alle ore 13.30, e dalle 14.30 alle ore 19.30. Domenica dalle ore 16 alle ore 20.




Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.