fbpx

Nuoto

Il Nuoto è uno degli sport più sicuri dl punto di vista degli infortuni, in cui però l’eccessivo allenamento o l’esecuzione del nuoto libero (in caso di principianti ad esempio) può portare all’esecuzione errata dell’attività stessa e quindi causare infortuni.

I disturbi più frequenti sono:

DOLORE ALLA SPALLA

Cconosciuto in ambito medico anche come Spalla del Nuotatore, riguarda un’infiammazione dei tendini della Cuffia dei Rotatori e il dolore si manifesta quasi sempre solo nel momento dello sforzo. In questo caso il Massaggio Linfodrenante può portare benefici assieme ad Applicazioni di Taping Elastico Drenante e Stabilizzante. N.B (nel nuoto a livello agonistico il Taping Elastico è considerato Doping).

MAL DI SCHIENA

In ambito medico chiamato anche Lombalgia) questo disturbo per chi pratica certi stili di nuoto come Farfalla e Rana può essere una consuetudine, nello specifico dovuto ad una tecnica imperfetta, ad una scarsa o eccessiva mobilità e ad uno squilibrio dei muscoli paravertebrali. Al fine di alleviare e prevenire questo disturbo può essere auspicabile avvalersi di Tecniche Manuali Complementari Posturali come il Massaggio Decontratturante e la Tecnica Vertebrale. Al Fine di riprendere l’attività può essere utile anche un’Applicazione di Taping Elastico Decompressivo sulla zona Lombare. N.B (nel nuoto a livello agonistico il Taping Elastico è considerato Doping).

CONTRATTURA

Le contratture muscolari si manifestano in caso di sforzi eccessivi a carico dei muscoli scheletrici, gli effetti percepibili consistono in una ridotta capacità di movimento e gonfiore al tatto e le zone frequentemente colpite nel Nuoto sono il polpaccio e la coscia ma anche i muscoli di spalle e arti superiori. Tra i Rimedi Naturali e Preventivi ci sono il Massaggio Decontratturante. Nello specifico si può beneficiare dell’Hot Stone Massage (ossia l’applicazione di pietre laviche riscaldate), poiché studi scientifici dimostrano che il Calore sopra i 40 gradi ha un effetto antidolorifico e inducendo vasodilatazione favorisce l’afflusso di sangue e quindi il rilassamento muscolare, avendo come effetto non di poco conto la riduzione di tono delle contratture. N.B: l’utilizzo del calore è consigliabile dopo le 24 ore, previa esclusione da parte del medico di eventuali Lesioni, poiché in quel caso l’afflusso di sangue potrebbe aumentare l’ematoma. Infatti in presenza di lesioni è consigliabile invece l’Applicazione del Cold Massage e quindi del Freddo (ossia Pietre Marmoree Raffreddate) che inducendo alla vasocostrizione evita o limita al minimo ematomi ed è quindi più funzionale soprattutto durante le prime 24 ore (o fase acuta) o anche in presenza di lesioni al fine di ridurne il dolore e il gonfiore. Prima di riprendere l’attività sarebbe poi opportuno optare anche per l’Applicazione del Taping Elastico sia Drenante sia per Stabilizzante, al fine di prevenire anche altre contratture. N.B (nel nuoto a livello agonistico il Taping Elastico è considerato Doping).

Fissa un appuntamento

Ricevo su Appuntamento da Lunedì a Venerdì dalle ore 14.30 alle ore 21.30. Sabato dalle ore 9.30 alle ore 13.30, e dalle 14.30 alle ore 19.30. Domenica dalle ore 16 alle ore 20.




Login to your account below

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.